Videosorveglianza

Destinatari: Tutti i Frequentatori della BCC DEL VIBONESE

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679

relativa al trattamento dei dati personali effettuato mediante l’uso di sistemi di videosorveglianza

Le Società, le Banche di Credito Cooperativo, le Casse Rurali e Artigiane che sono parte del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea (Gruppo), pongono, da sempre, particolare attenzione al rispetto degli obblighi di protezione dei dati personali e adottano nelle proprie attività ogni misura adeguata allo scopo.

Come prevede la normativa sulla privacy[1] , Le forniamo con la presente le informazioni riguardo il trattamento dei Suoi dati personali in relazione all’uso di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso nei locali e negli spazi di pertinenza dell’Azienda, opportunamente segnalati prima del relativo raggio d’azione mediante appositi cartelli.

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, La informiamo che il Credito Cooperativo di San Calogero e Maierato - BCC DEL VIBONESE con sede in Via Dante Alighieri s.n.c. - 89900 Vibo Valentia (VV) (di seguito, per brevità, Azienda), in qualità di Titolare, procederà al trattamento delle Sue immagini videoriprese al momento dell’accesso, della permanenza e/o del passaggio nei locali e negli spazi di pertinenza dell’Azienda.

Dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati (DPO):

  • e-mail:  dpo.88872@iccrea.bcc.it
  • Telefono: 0963/255777
  • Indirizzo: 
    • Credito Cooperativo di San Calogero e Maierato - BCC DEL VIBONESE
    • Via Dante Alighieri s.n.c. - 89900 Vibo Valentia (VV)
    • all’attenzione del Referente Interno DPO.

  1. Categorie di dati personali e modalità di trattamento

L’accesso, la permanenza e/o il passaggio nei locali e negli spazi di pertinenza comportano necessariamente la ripresa di immagini che La riguardano, dati personali rispetto ai quali Lei riveste la qualifica di interessato ai sensi del menzionato Regolamento. Le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza e, quindi, i Suoi dati personali, vengono registrati e conservati su supporti elettronici o magnetici e sono trattati mediante strumenti informatici e telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità stesse, protetti da idonee misure di sicurezza e sempre nel rispetto delle previsioni di cui all'art. 5 del Regolamento UE 2016/679 riferito ai principi applicabili al trattamento dei dati personali.

  1. Finalità e base giuridica del trattamento

L’uso di sistemi di videosorveglianza è finalizzato alla protezione delle persone che accedono ai locali dell’Azienda (clientela, personale, etc.), della proprietà e del patrimonio aziendale rispetto a possibili aggressioni, furti, rapine o atti di vandalismo, nonché all’eventuale difesa/tutela dei diritti in sede giudiziaria. La base giuridica di tale trattamento è costituita dall’interesse legittimo perseguito dal Titolare del trattamento – così come previsto dal Provvedimento del Garante Privacy in materia di Videosorveglianza dell’8 aprile 2010 e sue s.m.i. – “attraverso la raccolta di mezzi di prova o perseguendo fini di tutela di persone e beni rispetto a possibili aggressioni, furti, rapine, danneggiamenti, atti di vandalismo”.

  1. Categorie di destinatari dei dati

Le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza possono essere trattate esclusivamente da personale espressamente autorizzato dall’Azienda e/o dalle società esterne che, in qualità di responsabili del trattamento, collaborano alla manutenzione degli impianti ed alle attività di vigilanza privata, nonché a consulenti/professionisti che assistono l’Azienda medesima in eventuali procedimenti giudiziari. I dati personali, inoltre, non vengono in alcun modo comunicati né diffusi all’esterno della struttura del Titolare e/o dell’eventuale Responsabile, laddove presente, fatta salva l’esecuzione di eventuali ordini dell’autorità giudiziaria o di polizia giudiziaria o, in caso di illeciti, l’utilizzo nelle eventuali sedi giudiziarie.

  1. Periodo di conservazione dei dati

Le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza vengono registrate e conservate per il periodo di tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità sopra indicate, e in ogni caso – conformemente a quanto previsto dal Provvedimento del Garante Privacy in materia di Videosorveglianza dell’8 aprile 2010 e sue s.m.i. – per un tempo non superiore ad una settimana, salvo il maggior termine eventualmente necessario per adempiere a specifiche richieste dell’autorità giudiziaria o di polizia giudiziaria in relazione ad attività investigative in corso; al termine del periodo di conservazione previsto, le immagini registrate vengono cancellate dai relativi supporti elettronici, informatici o magnetici.

  1. Diritti di cui al Capo III del Regolamento UE 2016/679

Informiamo, infine, che il capo III del Regolamento UE 2016/679, conferisce agli interessati alcuni specifici diritti riguardo all’uso dei dati che li riguardano:

  • Accesso: il diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono i dati detenuti dal Titolare, da dove provengono, come e da chi vengono utilizzati. Al fine di ottemperare a tale diritto, l’interessato deve indicare nella richiesta di esercizio dei diritti quando (giorno e possibilmente ora presunta) ritiene di essere entrato nell’area monitorata. Oltre a data e ora presunta, è necessario che nella richiesta di accesso l’interessato specifichi le seguenti informazioni, a titolo di esempio: generalità del richiedente, motivazioni alla base della richiesta, immagine/foto al fine di riconoscimento, ecc.
  • Rettifica, Limitazione, Cancellazione e Opposizione: il diritto di fare aggiornare, integrare e rettificare i dati, se inesatti od incompleti, nonché il diritto di chiederne la cancellazione, ove non vi siano obblighi di conservazione da parte del Titolare, o la limitazione del trattamento e di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi;
  • Portabilità: il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, e il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare o, se tecnicamente possibile, di ottenere la trasmissione diretta dei dati.

Per l’esercizio di tali diritti o per la richiesta di ulteriori informazioni in ordine al trattamento e alla comunicazione dei dati personali, potrà essere formulata richiesta al Referente Interno DPO.

Resta fermo che l’interessato potrà contattare il DPO per tutte le questioni relative al trattamento dei suoi dati personali e all’esercizio dei propri diritti. L’esercizio dei diritti non è soggetto ad alcun vincolo di forma ed è gratuito, salvi i casi previsti dalla normativa in cui l’Azienda può stabilire l’ammontare dell’eventuale contributo spese da richiedere.

L’interessato inoltre ha diritto di presentare un reclamo all’autorità garante per la protezione dei dati dello Stato membro in cui risiede, lavora o si è verificata la presunta violazione.

 

[1] Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personale, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 95/46 CE.